News

Superbonus 110%, il bilancio di Enea al 30 novembre

Home › Superbonus 110%, il bilancio di Enea al 30 novembre

superbonus 110%, ecobonus, enea

Pubblicati i dati Enea relativi all’utilizzo di Superbonus ed Ecobonus aggiornati al 30 novembre 2021.
Tra gli interventi più richiesti, la sostituzione di impianti di riscaldamento, la sostituzione dei serramenti e l’installazione di schermature solari. Ecco le soluzioni proposte da Decoral

L’Italia spinge sull’efficientamento energetico degli edifici. Negli ultimi 15 anni, complici gli incentivi di detrazione fiscale, nel nostro Paese sono stati investiti 53 miliardi di euro, e di questi circa 45 sono da ricondurre all’Ecobonus, al 2020. I restanti 8 miliardi riguardano invece il Superbonus 110%, da attribuire invece ai lavori cominciati il 1° luglio dello scorso anno.

Questo è quanto emerge dai dati pubblicati da Enea, l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, e presentati a Roma, mercoledì 1° dicembre, al convegno organizzato da Confindustria e al quale hanno partecipato anche il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, e il Delegato di Confindustria per la Transizione energetica, Aurelio Regina.

I dati contenuti nel 10° “Rapporto annuale sull’efficienza energetica” e nel 12° “Rapporto annuale sulle detrazioni fiscali per interventi di risparmio energetico e utilizzo di fonti di energia rinnovabili negli edifici esistenti” indicano una decisa spinta propulsiva nella direzione dell’efficientamento energetico del nostro Paese.

Superbonus 110%

Al 30 novembre 2021, gli investimenti ammessi alla detrazione ammontano a 11,94 miliardi di euro, di cui 8,28 miliardi per interventi già conclusi. Una cifra che aumenta di mese in mese nei dati elaborati con cadenza mensile da Enea.

Tra gli interventi conformi ai requisiti per accedere all’incentivo fiscale, anche le facciate ventilate di Decoral.

Si tratta di un sistema di rivestimento che dona uno slancio moderno agli edifici migliorando la capacità traspirante della struttura. Le pareti ventilate consentono infatti di ottenere ottime prestazioni termoisolanti. Questa tecnologia sfrutta il moto ascensionale dell’aria calda che permette di stabilizzare la temperatura dell’edificio.

facciata ventilata, system piega, decoral

Danieli S.r.l. Castelgomberto (Vicenza)

Le facciate ventilate in alluminio Decoral garantiscono un’elevata durabilità nel tempo del rivestimento abbattendo le manutenzioni e le spese energetiche, e migliorandone l’impatto estetico. Su richiesta è possibile ottenere lo stesso punto di colore su serramento, imbotte e rivestimento di facciata.

Per approfondire.

Ecobonus

Sul fronte dell’Ecobonus, i dati di Enea indicano che al 2020 l’Ecobonus ha prodotto oltre 45 miliardi di investimenti, per un risparmio complessivo di circa 19.000 GWh all’anno.  

Solo nel 2020 gli interventi realizzati sono stati ben 486 mila, per un risparmio di 1.362 GWh/anno.

Gli interventi riguardano principalmente l’installazione di impianti di riscaldamento più efficienti, la sostituzione delle finestre, l’isolamento termico degli edifici, le schermature solari, la riqualificazione globale degli immobili.

Conforme a questo sistema di incentivo fiscale, Decoral propone le pale frangisole in alluminio, già installate per esempio, nel progetto della Fondazione Mast di Bologna.

Fondazione Mast, Bologna
Fondazione Mast, Bologna

La dichiarazione di Enea

“Le incentivazioni hanno consentito di riqualificare una parte importante del parco abitativo, di ridurre i consumi e di rilanciare un settore in difficoltà come quello dell’edilizia”, ha commentato il Presidente dell’ENEA, Gilberto Dialuce. “I prossimi dieci anni saranno decisivi per rispettare il limite di 1,5 °C entro il 2030 e per centrare questo obiettivo servirà, ad esempio, almeno raddoppiare il tasso di riqualificazione energetica degli edifici, in linea con quanto evidenziato dalla Renovation Wave lanciata dalla Commissione europea”, ha aggiunto Dialuce, sottolineando che “la transizione energetica è una delle sfide più impegnative da affrontare e dobbiamo contribuire, anche con un mutamento dei comportamenti, ai grandi cambiamenti socio-economici che comporterà.”

decoral group small


© Decoral System srl 2020
P.IVA IT03062260231

facebook decoral groupinstagram decoral grouplinkedin decoral grouppinterest decoral group

decoral group, member of archiproducts