News

"I bambini delle fate", l'importanza di un sostegno costante

Home"I bambini delle fate", l'importanza di un sostegno costante

In foto Franco e Andrea Antonello

In foto Andrea e Franco Antonello

Anche quest’anno con Decoral siamo vicini all'impresa sociale “I bambini delle fate”, per sostenere le tante famiglie che vivono la sfida dell’autismo.

Il progetto de "I bambini delle fate" è partito nel 2005 e ad oggi è riuscito a sostenere più di 3 000 famiglie in tutta Italia, grazie al sostegno di oltre 3500 privati e 800 imprese.

Tutto è nato da un'idea di Franco e Andrea, padre e figlio di Castelfranco Veneto (Treviso) che si sono messi in gioco e hanno cominciato a raccontare le proprie emozioni, scavando nelle difficoltà quotidiane delle persone che vivono l'autismo e di chi sta al loro fianco.

Sulla loro storia ci hanno anche scritto un libro e realizzato un docu-film, dal titolo evocativo, “Se ti abbraccio non aver paura”, che ci sentiamo di consigliarvi.

andrea antonello, i bambini delle fate

Il film è stato diretto da Niccolò Maria Pagani, qui potete vedere il trailer. Il libro invece è stato scritto da Fulvio Ervas.

A scrivere però è anche Andrea stesso, che si racconta nei libri "Baci a tutti", "Le parole che non riesco a dire" e diversi altri. Li potete trovare tutti qui.

Tra i libri più significativi sulla vita e le emozioni di Andrea c'è poi "La valigia Aran", edito da Marcos y Marcos e curato sempre da Fulvio Ervas.

"Sono autisstico e ogni tanto sono un monello", scrive Andrea nelle prime battute del libro. Un benvenuto che lascia intendere quanto occorra entrare a piccoli passi nel suo mondo.

"Gesti di rifiuto sento vicini. Sento paura degli altri. Violento mi vedono. Muto sono ma ci sento", scriveva quando aveva 17 anni. Parole che segnano e insegnano, e che accompagnano il lettore nelle emozioni di chi scrive.

Accanto ad Andrea c'è il papà Franco, che spiega: "I ragazzi autistici non sanno esprimere quello che vogliono a parole ma vedono tutto. È come se mente e corpo fossero ingestibili. L’autismo ha mille sfaccettature. Ognuno è una scheggia diversa dall’altra."

E sul rapporto tra Andrea e la famiglia, Franco racconta: "Siamo una cosa sola. Io e la mia famiglia, lo abbiamo messo al primo posto, sempre. Lui si rende conto che senza il nostro aiuto sarebbe diverso."

Dal libro al film di Gabriele Salvatores

 La storia narrata nel libro di Fulvio Ervas ha avuto un tale impatto sul mondo della narrativa che il regista Gabriele Salvatores ha trovato ispirazione per un film, dal titolo "Tutto il mio folle amore".

Uscito al cinema nell'ottobre 2019, il film ha varcato poi la soglia del Festival del Cinema di Venezia nella categoria Fuori Concorso, ottenendo riscontro molto positivo.

Come si può sostenere l'iniziativa?

Potete seguire Franco e Andrea Antonello sulle loro pagine facebook, Franco e Andrea Antonello, I bambini delle fate, e su Instagram.

Se volete sostenere anche voi questo progetto di inclusione sociale, potete farlo in diversi modi.

decoral group small


© Decoral System srl 2020
P.IVA IT03062260231

facebook decoral groupinstagram decoral grouplinkedin decoral grouppinterest decoral group

decoral group, member of archiproducts

Search