News

Bonus 2022, ecco tutte le proroghe agli incentivi

HomeBonus 2022, ecco tutte le proroghe agli incentivi

superbonus 110%, ecobonus, enea

La Legge di Bilancio 2022 è stata approvata da Camera e Senato e pubblicata in Gazzetta Ufficiale. Nel provvedimento sono contenute diverse misure, tra cui le disposizioni inerenti i bonus fiscali in edilizia, quindi il Superbonus, il bonus facciate, l’ecobonus

Bonus, superbonus, ecobonus. L'attesissima Legge di Bilancio 2022 è stata approvata e prevede diverse modifiche e proroghe agli incentivi per la casa e in generale per gli edifici.

Tra gli interventi detraibili segnaliamo System Piega, un sistema di facciate ventilate che consente da una parte di ammodernare la struttura esterna dell'edificio, e dall'altra di sfruttare il naturale moto ascensionale dell’aria calda, stabilizando sia la temperatura che l’umidità dell’aria all’interno dell’edificio, con un conseguente risparmio economico in bolletta.

I punti principali

Superbonus 110%

superbonus 110%, ecobonus, enea

Il comma 28 della Legge di Bilancio 2022 introduce una serie di proroghe all’incentivo destinato a tutti gli edifici residenziali, con scadenze differenziate in base al soggetto beneficiario dell’agevolazione.  

Tutti i proprietari delle case unifamiliari potranno usufruirne per tutto il 2022 ad un'unica condizione: effettuare il 30% dei lavori entro il 30 giugno.

Condomini, proprietari di edifici composti da due a quattro unità immobiliari ed enti del terzo settore potranno invece avvalersi dell'agevolazione fino al 2025. L’incentivo al 110% resta valido fino al 31 dicembre 2023, per scendere poi al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025.

Ecobonus

La scadenza dell’incentivo destinato a edifici riscaldati residenziali, industriali, commerciali, è stata prorogata alla fine del 2024, con un’aliquota fissata tra il 50-75%

Anche qui è prevista la verifica di congruità dei costi da parte di un tecnico abilitato e il successivo visto di conformità.

superbonus 110%, ecobonus, enea

Sismabonus

superbonus 110%, ecobonus, enea

Proroga fino al 31 dicembre 2024 anche per gli interventi di messa in sicurezza statica di edifici in zone ad alto rischio sismico. La detrazione prevista va dal 50 al 85%.

Il beneficiario della detrazione può usarla in maniera diretta oppure optare per lo sconto in fattura o cessione del credito per tutte le spese sostenute fino alla fine del 2024.

Bonus facciate

Per tutti edifici siti in centro storico e aree assimilabili, il bonus facciate è un intervento che consente di accedere ad un incentivo pari al 60% dell’investimento. Tale misura è stata prorogata per tutto il 2022.

Bonus ristrutturazioni

Proroga fino al 31 dicembre 2024 invece per la sostituzione dei serramenti degli edifici residenziali, dove la detrazione è pari al 50% della spesa sostenuta fino ad un massimale di spesa di € 96.000,00.

Confermato il Prezziario Dei come punto di riferimento della valutazione dei costi oltre che i listini regionali e delle camere di commercio.

Necessaria la verifica di congruità dei costi da parte di un tecnico abilitato e successivo visto di conformità per spesa superiore a € 10.000,00.

Colonnine di ricarica

Se collegate a lavori considerati “trainanti”, la detrazione è nei limiti di 2mila euro per le villette, 1.500 euro per condomini con massimo 8 colonnine e 1.200 euro per quelli che superano le 8.

Barriere architettoniche

Sono previste detrazioni al 75% nel 2022 per i lavori di abbattimento delle barriere architettoniche.

Bonus mobili

Il bonus per l’acquisto di mobili, legato ad una ristrutturazione edilizia, viene confermato, ma con l'applicazione di un massimale salito a 10mila euro.

Sostegno ai proprietari di case occupate abusivamente

Con la manovra arriva un fondo da 10 milioni di euro per il 2022 a favore dei proprietari di immobili residenziali non utilizzabili perché occupati abusivamente. Le modalità di attuazione saranno dettate con decreto del Ministero dell'Interno, di concerto con quello della Giustizia e con quello dell'Economia, entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge di Bilancio.

Proroga cartelle

I termini del pagamento delle cartelle notificate dal primo gennaio al 31 marzo 2022 potranno essere pagate entro 180 giorni. Con questa misura, le cartelle in arrivo a gennaio, che scadono a marzo, potranno essere pagate a settembre.

Pensione anticipata per edili e ceramisti

Scende da 36 a 32 anni di contributi la soglia a cui, a 63 anni di età, edili e ceramisti potranno andare in pensione anticipata aderendo all'Ape social.

decoral group small


© Decoral System srl 2020
P.IVA IT03062260231

facebook decoral groupinstagram decoral grouplinkedin decoral grouppinterest decoral group

decoral group, member of archiproducts